Governo italiano ANCI IFEL
Quesiti
 
Al fine di promuovere la più ampia condivisione dei webinar, si riportano le risposte ai quesiti dei Comuni rilasciate durante lo svolgimento dell’attività di docenza.
Le risposte dei relatori non impegnano né vincolano le istituzioni.

Si ringraziano i Comuni per i quesiti posti: questi infatti, oltre ad esprimere necessità di chiarimento, propongono ad ANCI ed IFEL importanti elementi da trattare nell'interlocuzione istituzionale già avviata con le amministrazioni centrali al fine di semplificare ed agevolare la partecipazione dei Comuni all’accertamento erariale.
 
Esiti delle segnalazioni qualificate
Le segnalazioni che sono scartate dall'Agenzia delle Entrate vengono comunicate al Comune?
Sulla Piattaforma Siatel, il Comune può, nella sezione relativa alla trasmissione delle segnalazioni, monitorare costantemente lo stato delle segnalazioni trasmesse e può visualizzare anche se sono state archiviate.
 
Esiti delle segnalazioni qualificate
Se abbiamo sul territorio comunale un soggetto italiano che circola con auto di lusso avente targa estera, abbiamo una situazione di interesse ai fini delle segnalazioni qualificate?
Sì. Ad esempio, può essere interessante qualora il soggetto sia formalmente iscritto all'Aire, in quanto tale circostanza si rivela essere uno degli indizi comprovanti la permanenza del soggetto nel territorio italiano.
 
Il criterio di proficuità comparata
Come posso valutare ciò che è proficuo segnalare? In riferimento alle imposte erariali potenzialmente recuperabili, esiste un importo al di sotto del quale non è opportuno (e proficuo) trasmettere una segnalazione qualificata?
Come previsto dal Provvedimento del Direttore dell’Agenzia delle Entrate 29/05/2012, n. 78785, par. 3.4, le segnalazioni trasmesse dai Comuni all’Agenzia delle Entrate, alla Guardia di Finanza (ed all’INPS) “sono oggetto di valutazione da parte degli uffici dei rispettivi enti, secondo gli ordinari criteri di proficuità comparata, per la predisposizione dei rispettivi piani annuali dei controlli”. Con riguardo al criterio di proficuità comparata, si reputa pertinente richiamare – da ultimo - la circolare dell’Agenzia delle Entrate n. 25/E del 6 agosto 2014, recante gli indirizzi operativi per l’anno 2014, in seno alla quale, la Direzione Centrale Accertamento precisa che “nello svolgimento delle attività di controllo i singoli uffici devono: · Effettuare un attento esame di proficuità comparata, privilegiando elementi da cui possano scaturire maggiori imposte accertabili, tralasciando quelli di scarsa rilevanza in termini di recupero di imposte o di minore sostenibilità, la cui valorizzazione può generare nei contribuenti l’opinione di un’Amministrazione che presta attenzione a situazioni poco significative o, ancor peggio, di natura esclusivamente formale”.
 
Importo segnalato
Nella procedura di trasmissione delle segnalazioni qualificate presente in Siatel – v2.0 PuntoFisco a cosa si riferisce il campo “importo”?
Con riferimento al campo “importo segnalato” si evidenzia che non è necessaria la sua compilazione, in quanto la procedura non genera alcun blocco. Ed invero, non sempre il Comune è in grado di individuare l’importo della segnalazione. D’altro canto, se il Comune è in grado di determinare l’importo della segnalazione, tale dato è utile in quanto rappresenta un indizio della rilevanza della stessa. In quest’ultimo caso, va valorizzato all’unità di euro, positivo e senza separatori delle migliaia (€ 100000).
Premesso, poi, che rientra nelle specifiche competenze tecnico-istituzionali dell’Agenzia delle Entrate la quantificazione dell’imposta evasa, il campo “importo segnalato” può accogliere dati diversi a seconda della tipologia di segnalazione.
Ad esempio, il Comune può indicare la stima dei “ricavi” emersi dall’istruttoria in caso di segnalazioni nell’ambito di collaborazione “commercio e professioni”, il canone di locazione non dichiarato in caso di affitti in nero, la rendita catastale dell’immobile non indicato in dichiarazione.
In ogni caso, si ricorda di illustrare nella motivazione della segnalazione (da inserire nel campo “gestione specifiche”) la valenza eventualmente attribuita all’importo segnalato.
 
« 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 11 12 13 14 15 16 17 18 »
Attività di formazione
 
 
 
Strumenti di supporto